Autonomia Veneto: come procede?

E’ ben noto da tempo come la regione Veneto voglia diventare  una regione indipendente dallo stato.

Il vicepremier del Movimento delle 5 stelle si è espresso a favore di questo nuovo progetto veneto.

Luigi Di Maio in pratica ha affermato al tg3 che lui non è assolutamente contrario all’autonomia veneta, ma che secondo il suo parere l’accordo andrebbe riscritto in forma migliore.

Ha poi anche voluto precisare alcune chiare notizie date in diversi giornali in cui volte a ledere la sua immagine.

Spesso infatti si è insinuato che Luigi Di Maio favorisca alcune regioni, in particolar modo quelle del nord come il Veneto e la Lombardia.

In realtà Di Maio ha dato conferma del fatto che lui ha pienamente appoggiato il referendum per l’autonomia di alcune regioni ma che questo non deve assolutamente far pensare che ritenga le altre regioni inferiori, tutt’altro.

Ad esempio, poi, è stato detto che gli insegnanti veneti sono più pagati rispetto agli insegnanti delle altre regioni.

Anche questo non è assolutamente vero e può essere tranquillamente smentito con chiari dati alla mano.

Infine ha affermato che per lui l’unità delle diverse regioni, e quindi lo stato italiano completamente unito, per lui è la migliore soluzione e quello che lui desidera maggiormente, ma ovviamente ha anche ribadito che se alcune regioni vogliono diventare autonome possono avere il diritto di farlo, ovviamente con criteri e principi ben chiari perché la coesione nazionale non deve mai essere afflitta.

La corsa verso l’autonomia veneta quindi continua. Che ne sarà di tutto questo?

Aiutaci a crescere, Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *