Baffi: ora diventa un must come simbolo di prevenzione di tumori maschili

Per tutto novembre via libera ai baffi. E’ questo il must del mese dedicato alla prevenzione maschile contro i tumori, con una serie di iniziative di sensibilizzazione e raccolta fondi promosse da Fondazione Ant, la più importante realtà italiana no profit per l’assistenza ai malati di tumore.

Movember, cosi viene chiamato il mese della prevenzione dal nome inglese ‘moustahce’ (baffo), propone numerose iniziative in città e in provincia, con location particolari come i Club House delle squadre di Rugby veronesi. Sono proprio loro, infatti, i primi sostenitori della moda del baffo che, a scanso di equivoci, sottintende il taglio della barba, lunga o corta che sia.

Un cambiamento non da poco, per i maschi che amano coprire il mento, ma che vale la pena attuare vista la posta in gioco, ovvero la propria salute e la consapevolezza di quanto sia importante la prevenzione, non solo per la donna.

Insieme a Fondazione Ant, partecipano alla campagna numerose realtà del territorio comunale, a cominciare dalla due società di rugby veronese, Rugby Club Valpolicella e West Verona Rugby. Ma anche il Lions Club Valpolicella, alcuni saloni di barbiere e due locali in cui si svolgeranno eventi aperti a tutti i cittadini.

Il programma delle iniziative è stato presentato oggi in Comune dall’assessore allo Sport Filippo Rando.

“Se ottobre è il mese dedicato alla prevenzione in rosa, novembre diventa a tutti gli effetti quello rivolto ai maschi – ha detto Rando -. Il tumore non conosce differenze di sesso, ecco perché la prevenzione, insieme ad un corretto stile di vita, deve entrare nella routine di tutti. Un’iniziativa che vede in prima linea i giovani rugbisti veronesi, a conferma dello sport come strumento di sensibilizzazione in grado di raggiungere moltissime persone”.

Durante le iniziative, sarà possibile contribuire alla raccolta fondi Ant con una donazione volontaria oppure acquistando la t-shirt ‘MO 19’. I saloni aderenti (Comb Salon in via Mameli e Bull Cut Barber Shop in via Nizza) devolveranno parte del prezzo di listino per ogni taglio di barba effettuato.

Si parte giovedì 7 novembre con il Movember Opening Party al Bar Amaro in via Stradone San Fermo, dalle 19; aperitivo e taglio dei baffi in collaborazione con Comb Salon e Bull Cut.
Domenica 24, dalle 17, il classico terzo tempo del rugby si svolge alla Club House West Verona Rugby Union (in via San Quirico a Sona), con l’aperitivo post partita.
Lunedì 25, dalle 20, cena alla Club House del Valpolicella Rugby (in via Tofane a San Pietro in Cariano), per una serata dedicata al connubio tra sana alimentazione e prevenzione.
Venerdì 29 novembre, infine, alle 20.30, il Celtic Pub Verona in via Santa Chiara ospiterà il party conclusivo dell’iniziativa.

Hanno partecipato alla conferenza: Francesca Gorian per Fondazione Ant, Claudia Barbera delegata Ant di Villafranca, Sergio Ruzzenente presidente Rugby Club Valpolicella e del Comitato Soci Lions Club Valpolicella, Marco Previato responsabile organizzativo Rugby Club Valpolicella, Enrico Corso preparatore e giocatore West Verona Rugby Union, Luca Lonardi di Comb Salon, Alfonso Costantini di Bull Cut e Corrado Ballarini del Celtic Pub Verona.

Fondazione Ant Italia Onlu, attiva dal 1978, è impegnata nell’assistenza specialistica domiciliare ai malati di tumore e la prevenzione gratuita. Tra le varie attività, anche le campagne di sensibilizzazione per la prevenzione.

 

Fonte: Comune di Verona

Aiutaci a crescere, Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *