Chioggia: locale viene chiuso per razzismo

Qualche settimana fa è successo un fatto alquanto strano. In pratica un ragazzo di colore di 18 anni è stato lasciato fuori da un locale perché di origini africane.

Il ragazzo, infatti, ha riportato ai fatti che appena giunto al locale gli è stato detto dai due buttafuori: “Oggi non facciamo entrare persone di colore”.

La motivazione è stata quella di riferire che la decisione era frutto di alcuni furti subiti i giorni prima.

Il giovane il giorno dopo è andato a sporgere denuncia in quanto si è sentito davvero preso di mira.

Il locale in questione è il Cayo Blanco, molto famoso tra le spiagge di Sottomarina di Chioggia.

Purtroppo non è il prima caso che si sente su questo locale. Non è passato poi molto, infatti, da quando un cliente di 43 anni è stato spintonato fuori dal locale e poi picchiato dai buttafuori.

Ecco, che dopo le relative indagini del caso, il Cayo Blanco è stato momentaneamente chiuso per due settimane.

Il gestore Fabio Damian si è detto davvero sorpreso dalla scelta del questore ed è molto preoccupato non solo per il danno economico, ma soprattutto per il danno all’immagine del locale.

Inoltre si difende dicendo che non sono affatto razzisti visto che di 50 dipendenti ben 15 sono stranieri ma c’è stato solo un fraintendimento della situazione.

Infatti, poco prima dell’arrivo del giovane due ragazzi di colore erano stati respinti dal locale perché avevano bottiglie di vetro negli zaini ed erano ubriachi. I buttafuori hanno detto al giovane di aspettare un attimo perché non volevano si creassero disaccordi od ulteriori problemi.

Il ragazzo ha però capito di non poter entrare e da lì è nato il tutto.

Ora non resta che aspettare la riapertura del locale e vedere come andranno le cose future.

Aiutaci a crescere, Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *