Diventare animatori turistici: ecco come fare

A chi è interessato a lavorare nel settore dell’animazione turistica, il Servizio di Promozione lavoro del Comune propone un incontro con concrete opportunità di impiego. L’appuntamento è in programma giovedì 30 gennaio, dalle 14.30 alle 17.30, nello spazio informativo del Servizio Promozione Lavoro di via Macello,5.
La partecipazione è gratuita, con iscrizione obbligatoria che va fatta entro il giorno precedente all’incontro, attraverso apposito modulo on line oppure passando direttamente negli uffici di via Macello. Per informazioni è possibile contattare il Servizio Promozione Lavoro al numero 045.8078782 o per email: lavoro@comune.verona.it

 

La proposta si rivolge a persone di età compresa tra i 16 e i 35 anni. I giovani interessati devono avere conoscenza della lingua inglese, tedesca e/o russa, predisposizione al contatto con il pubblico, atteggiamento aperto e positivo.
Saranno accolte fino ad un massimo di 40 persone.

 

All’incontro saranno presenti i referenti di Jolly Animation, importante agenzia del settore, che ha in programma numerose assunzioni per la stagione estiva. I partecipanti avranno l’opportunità di farsi conoscere e di presentare la propria candidatura.
Tra le diverse proposte di formazione e lavoro, l’ambito dell’animazione turistica apre numerose possibilità interessanti e diversificate, sia per chi desidera lavorare per un periodo in Italia che per chi preferisce l’estero.

 

Durante la riunione si tratteranno i seguenti temi: genesi ed evoluzione del mestiere di animatore turistico, psicologia del turista, classificazione delle strutture turistiche, diritti e doveri dell’animatore turistico, le figure dell’animazione turistica, il programma di animazione, la formazione, gli sbocchi lavorativi successivi al lavoro di animatore turistico.

 

Il periodo estivo è ideale per dedicare tempo ad esperienze che offrano l’opportunità di conoscere il mondo del lavoro, di sviluppare competenze utili per la propria crescita personale e professionale e di mettersi alla prova concretamente con un lavoro regolare e retribuito.

Fonte: Comune di Verona

Aiutaci a crescere, Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *