Farmaci e minorenni: un brutto fatto a Padova

I farmaci sono sicuramente amici della salute, ma possono trasformarsi in veri e propri pericoli se non sono assunti nel modo corretto e sotto sorveglianza.

Quello che è successo nella giornata di ieri a Castelfranco Veneto, un paese in provincia di Padova, fa ben capire come i farmaci possono essere un’arma a doppio taglio.

Due amiche di nemmeno 18 anni sono state trovate in casa prive di sensi.

A fare la scoperta è stato il padre di una delle due ragazze. Una di 17 anni e l’altra di 16 anni, avevano preso una dose molto massiccia di farmaci.

Non si sa ancora quale sia il motivo che ha scatenato questa bravata, se cosi la si può definire.

L’ipotesi più reale e tangibile è quella di un accordo tra le due di suicidarsi, evidentemente per un qualche problema adolescenziale.

Le due ragazze sono state subito portate al pronto soccorso e sono state immediatamente soccorse con lavanda gastrica.

Sono entrambe fuori pericolo e non presentano gravi danni, certo che il loro gesto lascia molto da riflettere.

I genitori si sono detti sconcertati e scioccati della vicenda perché mai avrebbero pensato potesse succedere qualcosa del genere.

Un fatto che fa capire come i medicinali possano essere pericolo in mano di persone non completamente capaci di comprendere la loro utilità. Inoltre, è anche un fatto che lascia percepire come i giovani di oggi possano soffrire in silenzio.

L’adolescenza è un periodo molto difficile che forse una volta adulti si dimentica. Per fortuna il tutto si è risolto nel migliore dei modi.

Aiutaci a crescere, Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *