Festival della Dottrina Sociale: il via da oggi

Comincia domani, giovedì 21 novembre, il Festival della Dottrina Sociale, giunto quest’anno alla nona edizione. La quattro giorni di riflessioni, incontri e dibattiti si terrà al Cattolica Center e prevede la partecipazione di oltre 100 relatori tra imprenditori, sindacalisti, docenti universitari, artisti e volontari di associazioni no profit. Molte le persone attese fino a domenica che saranno chiamate a confrontarsi sul tema del festival di quest’anno che è “Essere presenti: polifonia sociale”.

Il festival si aprirà domani sera con il video messaggio di Papa Francesco, cui seguiranno le testimonianze del vescovo di Aleppo, mons. Antoine Audo, e del cardinale del Congo Laurent Monsengwo Pasinya.
Nei giorni seguenti sono in programma più di 20 eventi tra incontri, tavole rotonde, workshop e spettacoli.
La chiusura di questa edizione del festival si terrà domenica, alle 10, all’auditorium di San Fermo con la sottoscrizione da parte dei rappresentanti pubblici e privati della città della “Carta dell’impegno pubblico del cristiano”.

La nona edizione del Festival della Dottrina Sociale è stata presentata, questa mattina a palazzo Barbieri, dal sindaco Federico Sboarina, dal coordinatore della manifestazione mons. Adriano Vincenzi, dalla vicepresidente di Cattolica Assicurazioni Barbara Blasevich, dal segretario generale di Fondazione Cattolica Adriano Tomba e dal segretario generale di Cisl Verona Massimo Castellani che ha annunciato l’evento “Polifonia sociale in piazza” che si terrà venerdì 22, alle 16, in piazza Bra.

“Il fatto che sia giunto alla nona edizione – ha detto il sindaco Sboarina – indica che il Festival della Dottrina Sociale ha colpito nel segno, ha saputo rinnovarsi e diventare un appuntamento tradizionale di incontro e di arricchimento su temi fondamentali e sulla possibilità di applicarli nella professione e nella vita quotidiana.
Per chi, come me, ricopre un ruolo amministrativo, il festival diventa un momento da cui attingere perché dal confronto etico e dalla dialettica nascono scintille da cogliere e trasformare in atti concreti. Il tema della ‘polifonia sociale’ è particolarmente importante perché mette al centro il dialogo tra più voci e la possibilità di parlare e di parlarsi per raggiungere il bene della comunità. Governare un territorio, infatti, non è solo frutto di atti amministrativi, ma anche di un’impostazione etica e di un’assunzione di responsabilità nei confronti della collettività. Valori in cui credo profondamente.
Sarà stimolante ascoltare come il sociale ormai entra in diversi ambiti dell’economia del nostro territorio e, allo stesso tempo, scoprire il ruolo economico rivestito dal mondo no profit. Vista la qualità dei relatori e l’importanza del programma, sono certo che l’edizione di quest’anno sarà un vero e proprio successo. Dal confronto e dal dibattito, infatti, nascono opportunità concrete. Questo Festival è una grande occasione per tutti. Ringrazio gli organizzatori per l’impegno e per averne fatto dono alla nostra comunità”.

 

Fonte: Comune di Verona

Aiutaci a crescere, Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *