Guida consapevole: eventi per educare i giovani

Proveranno, con l’uso di speciali occhiali, cosa significa guidare sotto effetto dell’alcol. Vedranno come operano i vigili del fuoco nelle operazioni di soccorso. Cercheranno di uscire da un’auto ribaltata.

Sono solo alcune delle esperienze che i giovani potranno provare a ‘Giovani in Strada’, iniziativa di educazione e sicurezza stradale in programma da giovedì 28 a sabato 30 novembre in fiera, al padiglione 6.

Per il decimo anno consecutivo, l’Automobile Club Verona organizza tre giornate dedicate alle scuole, in cui verranno coinvolti 75 mila studenti. In campo anche Comune, Polizia locale, Polizia stradale, Vigili del Fuoco, Ufficio scolastico provinciale, Centri di guida sicura ACI-SARA di Vallelunga e Linate, Acque Veronesi, Atv, Amia, oltre a Suzuki, Ducati e Sisalpay.

Prove pratiche di guida sicura, percorsi etilotest da effettuarsi con gli occhiali alcol-vista che riproducono lo stato di ebbrezza, simulatori di ribaltamento di Audi Sport e di guida ACI Ready2Go, percorsi stradali con micro auto, arrampicata sulle scale dei Vigili del Fuoco.

Non solo pratica. In fiera sarà possibile conoscere le diverse realtà che si occupano di educazione stradale, ma anche sentire le testimonianze dei familiari delle vittime della strada, con lo spazio dedicato all’Associazione Verona Strada Sicura.
Nella giornata di apertura, nell’area esterna della fiera, l’associazione sportiva GBC Gianbenini sarà protagonista di una dimostrazione di handbike, per l’abbattimento delle barriere architettoniche in ambito sportivo. Oltre alle prove pratiche, in programma anche momenti di formazione e sensibilizzazione.

Amia sarà presente con uno spazio per promuovere l’educazione ambientale, il rispetto dell’ecosistema, il corretto riciclo dei materiali e lo sviluppo sostenibile. Sarà allestito un canestro da basket con pneumatici di riciclo dove i ragazzi dovranno cercare di fare centro sempre utilizzando gli occhiali alcool-vista.
Atv porterà uno dei suoi autobus per trasmettere il messaggio della mobilità sostenibile e, in collaborazione con Starbars, promuovere il bere consapevole.

L’iniziativa è stata presentata oggi dall’assessore alle Manifestazioni Filippo Rando, i presidenti di ACI Verona Adriano Baso e di Amia Bruno Tacchella, l’ispettore dei Vigili del Fuoco Giovanni Tinazzi, il presidente di Verona Strada Sicura Massimiliano Maculan, Andrea Conti di GBC Gianbenini, Mirco Bosetti di Ducati Verona e Amedeo Portacci di ACI.

“La prima edizione, nove anni fa, si tenne in una piazza e furono circa 350 gli studenti coinvolti – ha detto l’assessore Rando -. Il fatto che oggi, in fiera, siano attesi in 75 mila, rende bene l’idea di quanto questo progetto sia cresciuto negli anni, anche grazie alla collaborazione di istituzioni e realtà del territorio impegnate per promuovere la sicurezza stradale. I nostri giovani devono sapere cosa si rischia mettendosi alla guida con superficialità e quali possono essere le drammatiche conseguenze di chi non rispetta le regole della strada. Bene quindi queste iniziative, i giovani sono il nostro futuro, anche sulla strada”.

“Siamo alla soglia dei primi dieci anni di Giovani in Strada e anche per questa nona edizione continua a crescere l’attenzione e l’interesse da parte della città e del mondo automotive più in generale – ha detto il presidente ACI Baso-. L’offerta 2019 sarà molto intensa, coinvolgerà tanti interlocutori perché oggi le distrazioni alla guida sono sempre di più, e tutti noi automobilisti abbiamo il compito di accompagnare ed educare le giovani generazioni verso un utilizzo consapevole dell’auto, della moto, della bicicletta e, ora, anche dei monopattini”.

“Abbiamo cercato anche nell’edizione di quest’anno di trasmettere messaggi legati all’eco-sostenibilità e alla tutela ambientale agli adulti di domani – ha detto il presidente Amia Tacchella -. Un settore, quello delle auto, particolarmente delicato ed importante sotto il punto di vista dei rifiuti ed il loro corretto conferimento e riutilizzo, con inevitabili ricadute sull’ambiente. Particolare attenzione quest’anno è stata dedicata presso il nostro stand allo smaltimento dei pneumatici fuori uso, considerati per le loro caratteristiche chimiche rifiuti tossici. Iniziative come queste hanno quindi l’obiettivo di sensibilizzare ed accrescere le conoscenze in materia di riciclo e recupero dei materiali, specialmente quelli nocivi”.

 

Fonte: Comune di Verona

Aiutaci a crescere, Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *