Insulti su Facebook: scatta la denuncia

I social media ormai fanno totalmente parte della nostra vita.

Sono praticamente pochissime le persone che al giorno d’oggi non hanno un loro account su almeno un social.

Post, foto, pensieri, video. Tutto viene postato e visto ogni singolo giorno.

Ma si sa, i social media sono anche un’arma a doppio taglio e se non vengono usati nel modo giusto possono anche fare molto molto male.

Ecco che negli scorsi giorni sono apparsi alcuni articoli riguardanti un fatto di cronaca in cui si raccontava, purtroppo, di un’altra ragazza violentata.

Sotto a quei post, tre uomini tra i 22 ed i 52 anni, hanno scritto pesanti offese e giudizi verso la magistratura e le forze dell’ordine che hanno gestito la vicenda.

Un fatto che non è per niente passato inosservato e che ha visto partire una bella denuncia per offese.

Non è di certo il primo caso in cui da dietro ad uno schermo si scrivono frasi molto pesanti, e purtroppo non sarà nemmeno l’ultimo.

Forse in questo caso non si parla di cyberbullismo perché quello avviene in un altro contesto e con un’altra modalità, ma sono comunque offese.

Si parte dal presupposto che ognuno ha la sua opinione ma è bene saperla gestire e far valere nei giusti modi.

Offendere perché magari non si è d’accordo, o solo per sentirsi forti perché si è dietro ad uno schermo non è affatto da coraggiosi.

Ancora non si sa l’esito della denuncia e cosa accadrà ai tre haters.

Sicuramente la storia non finirà nel dimenticatoio.

Aiutaci a crescere, Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *