Lavoro e disabilità: ecco le nuove disposizioni

Il mondo delle imprese e quello del no profit insieme per dare lavoro alle persone disabili. Una sinergia già in atto dal 2003, ma che ora, grazie al nuovo accordo quadro regionale, può contare su importanti novità. A vantaggio di tutti, delle aziende, dei disabili, delle cooperative sociali.

Il processo è il seguente. Per assolvere all’obbligo del collocamento mirato, l’azienda può conferire un lavoro o un servizio ad una Cooperativa sociale, che provvederà ad assumere la persone disabile in grado di assolvere all’incarico. Per la Cooperativa dovrà trattarsi di una nuova assunzione, per un percorso completo di formazione e crescita che permetta al lavoratore di acquisire capacità e competenze.

A mettere in relazione le due realtà ci pensano le istituzioni, e in particolare gli enti regionali Veneto Lavoro e Legacoop Veneto, con il supporto delle organizzazioni di rappresentanza delle cooperative e delle imprese sociali.

L’obiettivo è ora quello di far conoscere lo strumento dell’art.14, le sue potenzialità e le ricadute positive che avrebbe sulla comunità.

Il primo convegno sull’argomento è previsto per giovedì 30 gennaio, nell’auditorium di Calzedonia a Dossobuono. Un incontro per aziende, cooperative, consulenti del lavoro, commercialisti, avvocati, per scoprire le novità introdotte dal nuovo accordo quadro regionale in materia di articolo 14, soprattutto, fare rete tra le realtà coinvolte dalla normativa.

Ampio spazio sarà dato ali esempi di applicazione: Calzedonia Group, Cooperativa sociale Quid, Tenax Spa, Cooperativa sociale Beta, che racconteranno al loro esperienza di articolo 14.

L’appuntamento è stato presentato oggi in municipio. Erano presenti il sindaco Federico Sboarina, il coordinatore per Verona di Veneto Lavoro Fabio Becchelli, il responsabile Settore sociale Legacoop Veneto Loris Cervato, la presidente di Federsolidarietà Verona Erica Dal Degan, il direttore di Fondazione San Zeno Rita Ruffoli, Silvia Campara e Massimiliano Zanetti per l’Ordine dei Consulenti del lavoro di Verona e Stefano Danieli per l’Ordine dei Commercialisti.

“Il lavoro non offre solo la possibilità di realizzarsi professionalmente, ma anche di acquisire un posto nella società – afferma il sindaco -. Un’opportunità che assume ancor più valore nelle persone disabili o svantaggiate, per la loro autostima e dignità. Questo tavolo dimostra ancora una volta che la collaborazione e il dialogo sono fondamentali per raggiungere obiettivi importanti. Il nostro territorio è ricco di realtà no profit così come di imprese ‘for profit’, sono certo che sapranno trovare le migliori sinergie a beneficio di entrambe le parti”.

Il convegno affronterà le seguenti tematiche: Articolo 14, l’accordo quadro regionale del Veneto; Consulenti e non solo. Il ruolo del professionista come facilitatore d’incontri; Dalle parole ai fatti. L’articolo 14 dalla vice diretta di aziende e cooperative.

 

Fonte: Comune di Verona

Aiutaci a crescere, Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *