Torre Belvedere

Mafia Veneto: nuovo blitz a Verona

La droga ed il suo spaccio purtroppo è una guerra sempre aperta ed è davvero difficile fermare per sempre questo traffico illegale.

Sempre di più o giovani, e non solo, che cadono in questo maledetto mondo e che faticano a venirne fuori.

A Verona, proprio nella giornata di oggi, sono scattate ben 20 ordinanze cautelari verso soggetti accusati di associazione di tipo mafioso con obiettivo il traffico di droga, con tanto di estorsioni anche gravi.

L’operazione ha avuto luogo nella mattinata di oggi ed ha visto coinvolti davvero moltissimi militari e carabinieri con l’obiettivo finale unico di eliminare questo giro mafioso che ha un lungo filo conduttore che parte da Verona per arrivare perfino fino a Bari.

Veneto e Puglia, due regioni cosi lontane eppure cosi vicine e collegate in questa vicenda.

Matteo Salvini appena saputa la notizia ha fatto un grande applauso ed ha tessuto lodi per tutti i carabinieri e le forze dell’ordine impegnate in questo grande blitz perché ha affermato con assoluta certezza: “Non si può perdonare chi vende la morte”.

Alle ore 11 è stata fatta anche una conferenza stampa in cui sono state descritte le fasi delle indagini e dell’azione odierna.

Lavoro che ha mesi ed anni alle spalle. Prove, documenti, video. Tutto per incastrare e porre la parola fine a questo giro di droga enorme.

Purtroppo questa è solo una piccola battaglia vinta, la guerra è ancora lunga e difficoltosa e chissà se mai si potrà fermare questa brutta bestia che affligge sempre più i giorni attuali.

Aiutaci a crescere, Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *