Morta di leucemia: condannati i genitori

Sono passati un po’ di anni da quanto la minorenne Eleonora scoprì di essere gravemente ammalata.

Leucemia, questo diceva il referto medico, e da quel giorno la sua vita e quella dei suoi genitori cambiò per sempre.

I genitori della ragazza seguono il metodo Hamer in cui, in pratica, si crede che si debba lasciar fare alla vita ed alla giustizia divina senza incorrere in nessun tipo di cura invasiva per il corpo.

Ecco, quindi, che la ragazza, fedele ai principi che gli sono stati insegnati fin da piccola, in accordo con i genitori ha deciso di non prestarsi a nessuna cura chemioterapica.

Ha fatto un breve periodo con cure a base di sole vitamine ed un po’ di cortisone, niente di più.

Questo, ovviamente, l’ha portata alla morte in breve tempo lasciando un grande vuoto in molte persone.

Il fatto però non si è fermato li perché i dottori hanno ovviamente fatto aprire un caso ed il tribunale ha fatto denuncia per omicidio colposo.

La pm Valeria Sanzari, che aveva indagato la coppia per omicidio colposo aggravato0, ha dichiarato che la ragazza essendo giovane ed ancora minorenne era stata fortemente plagiata dai genitori e che non poteva comprendere appieno quello che le stava succedendo in quanto è cresciuta vedendo solamente quei principi e basta.

Non ha avuto il tempo di scoprire anche quello che c’era oltre a quello perché la malattia se l’è portata via troppo presto.

In questa settimana si è svolto l’ultimo processo ed i genitori sono stati condannati a due anni di carcere ciascuno.

Aiutaci a crescere, Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *