MoVenice: il servizio di bike sharing

Tutte georeferenziate e individuabili attraverso l’app dedicata dello smartphone. Si tratta delle mille bici del nuovo servizio di bike sharing “MoVenice” presentato nei giorni scorsi: i velocipedi, tra cui 200 a pedalata assistita, sono disponibili in terraferma, al Lido e a Pellestrina (dove sono dislocate 200 bici).

L’intento è di indurre anche i futuri turisti a puntare sulla bici per muoversi: in quest’ottica un ciclostallo sarà posizionato anche a Sant’Erasmo. Per attivare il servizio basta scaricare l’app corrispondente e scegliere l’abbonamento: la bici viene sbloccata attraverso un Qr Code ed è subito fruibile. Il tutto in attesa che il servizio si allarghi anche ai monopattini: ne saranno messi a disposizione 400, tra cui 100 al Lido.

Particolare cura è stata riposta nel posizionamento dei ciclostalli del servizio, specie per favorire il collegamento con Venezia: 3 stazioni posizionate a San Giuliano, 2 al Vega e una in corrispondenza del park scambiatore di via dei Petroli. Si può così lasciare la bici nei posti riservati del Tronchetto o dell’area di sosta precedente alla rampa di ingresso a piazzale Roma. Ma il servizio è presente in maniera capillare in tutti i quartieri della terraferma: a regime, entro fine estate, saranno 354 le rastrelliere totali presenti sul territorio comunale, con 2.666 posti bici e 120 le stazioni previste  rivolte al bike sharing.

Un’altra importante novità del nuovo servizio, finanziato con 260mila euro stanziati dal Pon Metro e realizzato, per quanto riguarda segnaletica e l’allestimento degli spazi, grazie ai contributi del Programma sperimentale di Mobilità sostenibile del Ministero dell’Ambiente, è la possibilità di lasciare il mezzo noleggiato non solo nei 130 stalli del bike sharing, ma anche in una delle rastrelliere comunali, nonché in appositi ciclostalli sparsi su tutto il territorio.

Per i primi 6 mesi gli abbonamenti sono a prezzi di lancio: 9,99 per un mese, 19,99 per tre mesi, 54,99 per un intero anno. Venti minuti di utilizzo di una “smart bike” costa invece un euro.

Fonte: Comune di Venezia

Aiutaci a crescere, Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *