Riciclo pannolini: progetto sperimentale di raccolta

Utile, facile ed ecologico. Il progetto sperimentale di raccolta e riciclo dei pannolini usati, unico in Italia, procede a Verona alla massima velocità. In una settimana, infatti, è stato registrato un quantitativo di prodotto pari a quello ottenuto ad Amsterdam, unica in Europea ad aver lo stesso servizio, solo dopo un anno dall’avvio dei test.

Verona ha infatti raggiunto oltre 2 tonnellate di pannolini usati raccolti, che corrispondono a 840 chili di CO2 non emessa e per il cui assorbimento servirebbe l’attività, per un anno, di 56 alberi. In sostanza, è come se nell’ultima settimana a Verona si fosse realizzato un nuovo parco di quasi 60 piante.

“I cassonetti sono stati posizionati martedì 21 gennaio in tre supermercati e cinque asili nido – dichiara l’assessore all’Ambiente Ilaria Segala –, l’App che consente agli utenti di agganciarsi al servizio è stata scaricata da quasi 1800 cittadini. Un dato che mette in evidenza il successo di un’iniziativa che, da subito, è stata accolta favorevolmente dai veronesi e non solo. Il risultato raggiunto a Verona è straordinario, basti pensare che ad Amsterdam, con un numero maggiore di cassonetti messi a disposizione, una pari quantità raccolta è stata registrata solo dopo un anno di sperimentazione. Per questo, come Amministrazione non possiamo che essere soddisfatti e ringraziare i tantissimi genitori che hanno creduto nel progetto e che ora stanno contribuendo a migliorare l’ambiente e, con esso, il futuro dei loro bambini”.

Ogni anno, a Verona, 3.500 tonnellate di assorbenti per persona usati finiscono nell’inceneritore. Un problema ambientale che, grazie ad una tecnologia di riciclo unica al mondo, unitamente ad un sistema di raccolta dedicato, diventa una risorsa in grado di produrre, per ogni tonnellata di rifiuto, 150 chili di cellulosa, 75 chili di plastica e 75 chili di polimero superassorbente. Nuove risorse da utilizzare per la realizzazione di numerosi materiali come appendiabiti, banchi di scuola, carta riciclata, contenitori di plastica.

IL PROGETTO

Attraverso 8 SMART BIN, innovativi cassonetti automatizzati per la raccolta differenziata di prodotti assorbenti, per la prima volta in Italia, è stata avviata a Verona un’attività di recupero appositamente dedicata a questa tipologia di prodotto.

Tutto il materiale raccolto con gli SMART BIN è confluito da Amia alla società Contarina a Lovadina di Spresiano in provincia di Treviso, dove è operante il primo impianto al mondo che consente il totale recupero dei materiali che compongono i pannolini usati.

Gli 8 SMART BIN, sono posizionati all’esterno di quattro asili nido comunali – ‘La Coccinella’ in via Centro a Borgo Roma, ‘Il Quadrifoglio’ in via Sant’Euprepio a San Massimo, ‘Il Girasole’ in via Don Sturzo allo Stadio e ‘L’Albero Verde’ in via Trapani a Borgo Nuovo -; dell’asilo statale ‘Principessa Jolanda’ in via Scuderlando a Borgo Roma; dei supermercati Esselunga di viale del Lavoro, Corso Milano e via Fincato. Il servizio è dedicato ai pannolini per bambini di qualsiasi marca. Tutti i cittadini che desiderano prendere parte all’iniziativa possono scaricare l’App “Pampers Nuova Vita” e registrarsi al programma.

Fino al 3 febbraio, nei tre negozi Esselunga di Verona, a tutti coloro che avranno aderito all’iniziativa, con l’installazione dell’App, sarà distribuita gratuitamente la borsa porta pannolini ‘Pampers Nuova Vita’, utile per portare fino al cassonetto SMART BIN le buste chiuse di pannolini usati.

Tutti i partecipanti riceveranno tramite App un coupon di sconto pari a 1,50 euro per ogni 5 chili di rifiuti conferiti, utilizzabile nei punti vendita Esselunga per l’acquisto di pannolini Pampers.

 

 

Fonte: Comune di Verona

Aiutaci a crescere, Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *