due arresti e un espulsione

Rovigo: serra per la droga

Occhiobello, piccola città in provincia di Rovigo, è sulla bocca di tutti in questi giorni.

Il fatto che ha scaturito tanta attenzione è la scoperta di una villa abbandonata di ben 450 metri quadrati che è stata trasformata in una tecnologica ed avanzata serra per piante di marijuana.

Artefici di tutto ciò sono tre uomini provenienti dalla Cina che hanno fatto dello spaccio la loro professione.

Il proprietario della villa ovviamente era all’oscuro di tutto ed è rimasto piuttosto scioccato quando è venuto a sapere dell’uso che avevano fatto i cinesi della sua abitazione.

All’interno vi erano numerose stanze con l’occorrente per coltivare la droga, come un sistema di irrigazione, ventilazione forzata e molto altro ancora.

Il tutto era stato messo sotto controllo da un po’ di tempo in quanto i diversi pescatori che si accingevano a fare la loro attività nel fiume che costeggia la villa sentivano strani odori provenire proprio dall’interno.

Ecco che da accertamenti e controlli da parte dei carabinieri è stato scoperto il tutto.

Dopo i controlli sono stati ritrovate moltissime piante di marijuana, senza contare i ben 6 kg già pronti per l’uso e lo spaccio.

Con un agguato i tre cinesi sono stati posti subito in arresto ed ora sono in attesa del loro processo per capire quale sarà la loro pena da scontare.

Non è la prima volta che si va incontro ad una attività illegale di spaccio così grande in Veneto e purtroppo non c’è nemmeno il segno di poter mettere fine a questa situazione.

Aiutaci a crescere, Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *