Veneto: allarme caldo ed ozono

Grande caldo in questi giorni in tutto il territorio italiano.

Città con picchi anche superiori ai 40° che fanno davvero sentire l’arrivo dell’estate a 360°.

Un caldo che d’altronde c’era d’aspettarsi e che per tutto il mese di maggio abbiamo tanto desiderato e bramato visto le tante piogge ed una temperatura molto bassa.

Il caldo però per quanto sia anche tanto aspettato porta sempre a delle conseguenza.

Quelle di questi giorni in Veneto sono un innalzamento davvero pericoloso delle concentrazioni di ozono nell’aria.

L’ozono presente nell’atmosfera veneta, infatti, ha superato la concentrazione di 180 microgrammi per metro cubo, ovvero ha superato la soglia oltre la quale vi è un rischio per la salute dell’essere umano nel caso vi siano disturbi particolari.

In special modo, anziani, bambini e persone con problemi respiratori devono stare ben attenti a questa condizione settimanale.

Nei giorni scorsi, per esempio, ben 9 centraline in 4 località venete diverse e lontane tra di loro hanno segnalato un forte innalzamento dell’ozono e del superamento del livello di guardia.

Purtroppo non si può fare molto, se non cercare di limitare le uscite all’aria aperta e soprattutto evitare l’attività fisica intensa fuori.

E’ un vero peccato chiudersi in casa lo sappiamo, ma chi ha problemi specifici di salute non può fare altrimenti almeno finché il livello di ozono non si sarà abbassato.

I prossimi giorni sono ancora attesi come torridi ed il weekend davanti sarà davvero bollente.

Le perturbazioni sono ancora lontane per ora, ma qualcosa già si sta preparando per la prossima settimana con un abbassamento lieve delle temperature medie.

Aiutaci a crescere, Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *