Veneto e Wanbao: a rischio tanti lavoratori

Questa settimana non comincia nel migliore dei modi.

Ecco, infatti, alcune notizie che lasciano molti lavoratori con il fiato sospeso per quanto riguarda il loro posto di lavoro.

Molti i settori colpiti da alcuni fatti che mettono a repentaglio la situazione economica di molte aziende venete, ma quella che fa più parlare e preoccupare è quella del Wanbao.

Infatti, la società dei compressori di Mel ceduta ai cinesi di Wanbao nel 2014, sembra non abbia rispettato i patti designati a suo tempo.

I cinesi hanno praticamente stracciato il contratto fatto al momento della cessione portando in grave rischio moltissimi posti di lavoro.

Donazzan ha voluto sottolineare in modo radicale il comportamento davvero non corretto da parte dei cinesi ed ha richiesto anche l’intervento del Governo in tutto ciò.

Altro settore lavorativo che sta vivendo una fase difficile e complessa è quello del tessuto.

È importante avere un piano industriale chiaro in cui anche il lavoratore medio e generico possa lavorare.

Ormai il mercato tessile è sempre più in mano alle grandi società internazionali facendo risentire non poco il loro peso sulle spalle dei più piccoli.

Bisogna ammettere, però, che molti piccoli negozi di manifattura di alta qualità ancora tengono duro e riescono a tenere alta la loro passione ed il loro nome.

Di sicuro qualcosa deve cambiare per non mettere a repentaglio ben 2.000 posti di lavoro totali in tutta la regione Veneto.

Il lavoro è un argomento sempre molto delicato da affrontare perché in gioco ci sono molte famiglie e la qualità della vita di molte persone.

Aiutaci a crescere, Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *