leggi venezia

Venezia: dove i bimbi possono giocare

Venezia è una città davvero meravigliosa e ricca di mille sfaccettature.

Milioni e milioni di turisti la visitano ogni singolo anno, e milioni sono quelli che ci fanno anche puntualmente ritorno incantati ed affascinanti dal suo fascino del tutto particolare.

Se da un lato Venezia è davvero meravigliosa, dall’altro bisogna anche dire che è una città davvero ricca di divieti.

E’ ormai ben noto di come le regole da rispettare a Venezia siano davvero ormai inquantificabili, e devono essere tutte rigorosamente rispettate.

Ecco che, tra le tanti leggi comunali, vi è anche quella che vieta ai bambini, ed anche agli adulti, di giocare a palla all’aperto.

Venezia è una città storica e meravigliosa, ma anche particolarmente delicata, così tanto che deve essere rispettata e presa con le pinza, come si suol dire.

Da ora, però, sono state istituite delle aree apposite in cui è invece possibile far giocare i bambini con la palla.

In tutto sono circa cinquanta aree tra parchi, piazze, ecc.

Rimane invece il divieto nelle zone di particolare pregio monumentale, come Piazza San Marco, Rialto, le Mercerie, e campi particolarmente frequentati come San Bartolomeo, San Luca, San Salvador, San Mosè, calle larga XXII Marzo.

Una modifica del nuovo regolamento di polizia e sicurezza urbana importante che dona ai bimbi un po’ di libertà e di spensieratezza.

L’intento della Polizia, ovviamente, non è quello di rendere Venezia una città di divieti e basta, ma la volontà è quella di salvaguardare un patrimonio culturale ed artistico che non ha eguali nel mondo.

Aiutaci a crescere, Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *