Verona: bambina con il tetano

Molto spesso si è parlato dell’importanza delle vaccinazioni obbligatorie per i bambini.

Da qualche tempo, ad esempio, è anche entrata in vigore l’obbligo delle vaccinazioni come requisito essenziale per essere iscritti ed essere accettati a scuola, in ogni suo grado. Escludendo, ovviamente, quelli che non possono farli per motivi medici importanti.

Purtroppo, però, non tutti si sono messi ancora in regola, anche se il limite massimo finisce il giorno 10 luglio.

A Verona è successo un fatto che sicuramente farà aprire numerosi dibattiti.

Una bambini di soli 10 anni giocando in giardino è caduta sbucciandosi il ginocchio.

Una semplice sbucciatura, se non fosse che la bimba non è mai stata vaccinata nella sua vita, ed ha quindi contratto il tetano.

La bimba è stata portata in ospedale ed è stata immediatamente ricoverata.

Attualmente è in prognosi riversata e è sottoposta a terapia con immunoglobuline per arginare la malattia infettiva acuta.

Il tetano è una malattia molto grave con un’incubazione che va dai 3 ai 21 giorni e può portare a conseguenze anche letali se non curato tempestivamente.

La tempestività in questo caso è stata davvero miracolosa, ma sarebbe potuta andare molto peggio.

I dottori si sono detti abbastanza positivi sulle condizioni della bambina ma hanno anche fatto notare come sarebbe il caso di cominciare davvero a imporre le sanzioni a chi non vaccina i bambini.

E’ un modo per tutelare la salute dei piccoli e di chi li circonda.

Il termine massimo per mettersi in regola è in scadenza e non resta che vedere cosa accadrà.

Aiutaci a crescere, Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *