Vicenza: inchiesta aperta per ex sindacalista

Ormai non c’è giorno in cui non si senta parlare di truffe od avvenimenti simili.

E’ quello che è successo a Vicenza proprio in questi giorni.

E’ stata aperta un’inchiesta verso un uomo di 71 anni sindacalista ed ex dipendente del ministero dell’Istruzione, dell’Università e della ricerca.

Il motivo? La Guardia di Finanza da controlli fatti negli ultimi mesi ha rilevato che il signore in questione aveva fatto presente di avere i requisiti per ottenere un cospicuo aumento di pensione. Parliamo di ben 1.000 euro mensili in più.

In questi anni aveva in pratica accumulato ben 115.000 mila euro di soldi in più rispetto a quello che avrebbe dovuto in realtà ottenere dalla sua pensione.

La finanza ha ovviamente fatto i diversi accertamenti ed ha proceduto con le operazioni del caso.

In primo luogo ha sequestrato la somma dei 36 mila euro ed poi ha anche messo sotto sequestro un appartamento di proprietà a Bolzano Vicentino per la quota di oltre 119 mila euro. Il tutto come garanzia dell’Erario.

L’uomo avrebbe confessato di aver fatto il tutto con l’aiuto di segretario provinciale della sigla sindacale, un vicentino di 56 anni che avrebbe anche intascato una cospicua somma di ringraziamento per il trattamento e la complicità dimostrata.

Vista la somma piuttosto elevata i provvedimenti sono partiti nell’immediato ed ora si dovrà procedere con la denuncia e gli altri relativi controlli.

Sicuramente la situazione non passerà inosservata ed i due uomini si vedranno le loro azioni punite.

D’altronde truffe simili non possono proprio passare lisce nel rispetto di tutti gli altri lavoratori e pensionati.

Aiutaci a crescere, Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *