Vittime sul lavoro: in Veneto sono sempre di più

Il lavoro è un diritto ed un dovere di ogni cittadino, ma sembra che a volte diventi anche una vera condanna.

Purtroppo sono sempre di più le notizie di qualche incidente sul lavoro che porta anche alla morte del lavoratore. Fatti tragici ma che succedono, e purtroppo sempre di più.

Ad aprire questo caso è la morte di un contadino dell’altro giorno.

Stava lavorando con il suo trattore nella terra di sua proprietà che gestiva da diversi anni con passione e devozione, quando all’improvviso è stato travolto dal mezzo.

Non vogliamo entrare nel merito della vicenda e del fatto appena citato, ma vogliamo soffermarci su dati veneti che davvero devono far riflettere.

Se teniamo in considerazione solamente il primo trimestre di questo anno 2019 ci rendiamo subito conto di come 39 persone si siano recate al lavoro al mattino per poi non tornare mai più a casa.

Incidenti che non dovrebbero accadere e che molto spesso si potrebbero evitare.

Serve un regolamento più ferreo ed una prevenzione più accentuata perché non è possibile che cosi tante persone muoiano mentre stanno facendo il loro lavoro e si stanno guadagnando il pane per vivere.

Si è parlato moltissimo di questo argomento scottante cercando di fare anche molta prevenzione e progetti volti alla sensibilità generale.

I corsi che si effettuano nei diversi posti di lavoro per la sicurezza sono decisamente aumentati ma purtroppo non stanno ancora portando ai risultati sperati.

Speriamo che presto ci sia un cambiamento in atto e che tutto si evolva al meglio.

Aiutaci a crescere, Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *